LG
MD
SM
XS
Risultato della ricerca per la parola chiave:

 

MarketinGeek
21 Ottobre 2014
C’era una volta il consumatore. Ora c'è il superconsumatore!

Dopo le antiche “battaglie” sui prezzi e nei Centri Commerciali, con il 2014 la sfida si è decisamente spostata online, a vantaggio soprattutto del consumatore. Vediamo assieme l'andamento dell'eCommerce in Italia.

Oramai non si tratta più solo di una percezione ma di una certezza: quest'anno l’eCommerce B2c è esploso e continua a crescere anche in Italia.

La conferma viene dai dati riportati dall’Osservatorio eCommerce B2c  promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm al convegno intitolato “L’eCommerce B2c in Italia: le Dot Com corrono, i retailer rincorrono”.

Le vendite online di aziende italiane (a clienti italiani ed esteri) sono cresciute quest’anno del  17% per un valore che raggiunge quota 13,3 miliardi di euro, mentre gli acquisti di consumatori italiani (attraverso siti nazionali o esteri) sono incrementati del 16%, per un valore totale di 14,6 miliardi di euro.

Questi incrementi sono dati per il 70% dalla vendita di prodotti (tra i quali spiccano i settori dell'Abbigliamento e dell'Informatica ed Elettronica di consumo, con quote di 350 milioni di euro ciascuno) e per il 30% da servizi (prevalentemente nel canale turismo).

Nel complesso nell’ultimo anno, in Italia, gli acquirenti online sono stati oltre 16 milioni, ma sono 10 milioni quelli abituali (che da soli generano il 90% del fatturato). Sembrano comunque ancora pochi rispetto ai “più evoluti” web shopper inglesi che si attestano intorno ai 39 milioni (ben il 78% degli internet user inglesi). 

La parola evoluti ci sembra piuttosto azzeccata poiché il nuovo consumatore è cresciuto e ha cambiato stili d'acquisto grazie alla diffusione di smartphone e tablet, che hanno fatto raddoppiare il Mobile Commerce (oggi rappresenta il 20% degli acquisti online, pari agli 1,2 miliardi di euro spesi nel 2014). A questo proposito Roberto Liscia, presidente di Netcomm, ha usato per definirlo il termine “Superconsumatore”, proprio per evidenziarne le nuove e potenziate caratteristiche tra le quali spicca la multicanalità.

Il consumatore ad oggi utilizza la rete per comprare on-line ma anche per confrontare i prezzi, reperire informazioni e trovare sotto certi aspetti tutti gli elementi necessari per giustificare il proprio “comportamento d’acquisto”.

In questo senso l’integrazione di Store, Web, Mobile e Social è  a tutti gli effetti il nuovo modo - peraltro ineludibile - di supportare la relazione con il cliente finale. Riccardo Mangiaracina, Responsabile della ricerca dell' Osservatorio eCommerce B2 del Politecnico di Milano segnala tra i benefici di questo fenomeno “una forma di comunicazione più completa e diretta rispetto al passato, la maggiore efficacia del processo di vendita, l’efficienza e il miglior utilizzo della forza vendita.”

Tutto questo, però, purché  si riesca a trovare una proficua organizzazione e integrazione delle attività online o offline. Proprio per questa difficoltà, attualmente “l’eCommerce nel nostro Paese è sempre più appannaggio delle Dot Com – prevalentemente straniere (come ad esempio Amazon, Booking.com, eBay, Expedia, Privalia, vente-privee.com), ma anche italiane (ad esempio Banzai e YOOX Group) – che complessivamente pesano per il 54% delle vendite”, afferma Alessandro Perego, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c di Politecnico di Milano e Netcomm.

Parimenti, però, nel 2014 ben 30 importanti imprese "tradizionali" hanno attivato un sito di eCommerce. Hanno fatto bene? O i rischi sono ancora troppi? Afferma sempre Alessandro Perego:  “Questo approccio è di per sé positivo”. L’importante è che non siano  errate le aspettative da parte dei brand che attribuiscono al canale online capacità di generazione del fatturato semplici e soprattutto spontanee, “oltre ogni sua potenzialità”.

Come sempre ci insegna il marketing, la sfida non si giocherà puramente sui mezzi ma sulla corretta strategia.

Autore: Giovanna Zille
Inserito il: 21 Ottobre 2014
I più letti
Copertina
LIKESTYLE è un marchio:

www.minds360.com

Scrivi alla redazione:
redazione@likestyle.it
T. +39.0423.1990461

Privacy Policy
Informativa sui Cookie
Powered by Getfast®