LG
MD
SM
XS
Risultato della ricerca per la parola chiave:

 

MarketinGeek
23 Ottobre 2014
IN - Nessuno è perfetto, per fortuna

Vitiligine, albinismo, malformazioni: quando la bellezza non è convenzionale.

Generalmente siamo abituati alle tristi immagini di modelle anoressiche sfornate dall’industria del fashion. Eppure la musica cambia e oggi sono le copertine patinate a trasformarsi in un’arma importante per la sicurezza in se stessi. Modelli e modelle non corrispondono più ai classici canoni di perfezione e la diversità diventa la caratteristica distintiva che li immortala nel firmamento della moda.

È il caso della giovanissima Chantelle Brown-young, la prima modella al mondo affetta da vitiligine. Durante l’infanzia era stata vittima di bullismo (definita “mucca” o “zebra”) e afflitta da pensieri suicidi, poi a 19 anni la trasmissione televisiva America’s Next Top Model le ha cambiato la vita. Attualmente è testimonial per la campagna A/I 2014 di Desigual, marchio riconosciuto proprio per l’effervescenza delle grafiche e la moltitudine di colori, tanto meglio, quindi, se queste caratteristiche sono proprio sulla pelle.

Stessa sorte per Shaun Ross, modello,  rapper e ballerino afroamericano albino con una malformazione al naso. L’albinismo in Africa è davvero una condanna, coloro che ne sono affetti vengono perseguitati e mutilati per pratiche legate alla magia e alla superstizione. Ovviamente è di provenienza statunitense, ma questo non gli ha impedito di essere vittima di bullismo, definito “Casper” o “Cipria”.

A 16 anni inizia la carriera di modello, è stato scelto per i videoclip di Beyoncè, Katy Perry e Lana Del Ray. Per l’A/I 2014 è protagonista della campagna di Marshal Apparel. Spesso viene fotografato con i colleghi “albini” Diandra Forrest e Stephen Thompson, con i quali collabora contro le persecuzioni legate all’albinismo in Africa.

C’è chi poi la sua diversità l’ha tatuata addosso dopo aver superato un tumore al cervello, come il modello canadese Rick Genest. Conosciuto come Zombie Boy è stato consacrato ai riflettori con il video Born this way di Lady Gaga e già da un anno è testimonial per L’Oreal, nel quale video torna alle vecchie fattezze per evidenziare gli effetti miracolosi del fondotinta Dermablend Pro di Vichy.

Come dimenticare, infine, Aimee Mullins, atleta paraolimpica e modella nonostante le abbiamo amputato gli arti inferiori. Lo stilista Alexander McQueen in passato l’aveva scelta come sua musa e nell’ormai lontano 1999 aveva sfilato con delle protesi di legno intagliato a mano, lo stesso anno la rivista People l’aveva eletta una fra le 50 donne più belle del mondo.Unconventional beauty.

Autore: Silvia Galluzzi
Inserito il: 23 Ottobre 2014
I più letti
Copertina
LIKESTYLE è un marchio:

www.minds360.com

Scrivi alla redazione:
redazione@likestyle.it
T. +39.0423.1990461

Privacy Policy
Informativa sui Cookie
Powered by Getfast®